Cos’è Waveful?

In questi giorni ho visto esplodere un interesse smisurato per Waveful, l’app creata dagli italiani Dennis e Steven Motta. Waveful è un social network dove i creator condividono ciò che creano, che siano immagini, video e persino audio; i post possono essere permanenti oppure temporanei, con una durata che va dalle 6 ore ai 2 giorni.

Forse le voci di una possibile chiusura di Instagram e Facebook in Europa hanno contribuito all’impennata di download dell’app, fatto sta che ero curiosissima di saperne di più… Perciò l’ho scaricata anch’io!

Ho raccolto le idee e in questo articolo vorrei raccontarvi che cos’è Waveful e come funziona, cosa sono gli Tsunami e come si diventa Creatori.

Come funziona Waveful e cosa sono gli Tsunami

Una volta scaricata l’app e creato l’account, aprendo l’app potresti (manco a dirlo) sentirti in balia delle onde! Keep calm e niente panico, ora ne usciamo insieme 🙂

L’interfaccia

Ci sono 5 icone: una casetta per la HOME, dove puoi visualizzare i post degli account e degli Tsunami che segui, un fuoco per la sezione TENDENZA e per le NOVITÀ, una LENTE DI INGRANDIMENTO per la RICERCA, CHAT per messaggiare privatamente e consultare le notifiche, e infine l’icona del PROFILO personale.

Profilo su Waveful

Il proprio profilo può essere modificato aggiungendo un nome, una foto, una biografia e un link (il che non è poco, dato che alcuni social richiedono un certo numero di follower per potere inserire un link). Sotto l’immagine del profilo appaiono il numero di follower e di like complessivi ricevuti. Il profilo può essere ulteriormente personalizzato cambiando colore e celebrando i traguardi raggiunti sull’app aggiungendo in un’apposita sezione i badge conquistati.

Cosa si posta su Waveful?

Come dicevo all’inizio, su Waveful si possono postare foto, grafiche, video e audio. Waveful consente anche di personalizzare le immagini prima di postarle aggiungendo emoji, scritte, disegni, filtri. Ogni post ha bisogno di una descrizione e si può scegliere di pubblicarlo solo per il proprio profilo oppure selezionare uno Tsunami.

Cosa sono gli Tsunami?

Gli Tsunami sono delle community dove puoi vedere e condividere post legati ai tuoi interessi. In sostanza, se come me ami leggere puoi iscriverti agli Tsunami dedicati alla lettura, così da condividere con gli altri i libri che hai letto e al contempo scoprirne di nuovi. Nota bene: per ogni post si può selezionare un solo Tsunami e in quel caso il post sarà visibile sulla bacheca dello Tsunami che hai scelto. Si possono inserire ulteriori Tsunami nella descrizione del post taggandoli con 🌊 + “nome dello Tsunami”, ma in quel caso il post non finirà sulle bacheche degli Tsunami citati.

Come si interagisce?

Come ogni social che si rispetti, anche questo gira tutto intorno all’interazione. Troviamo il classico like col cuoricino, i commenti, le condivisioni ma anche le chat private e i Superlike (solo a pagamento, dietro abbonamento).

Come si diventa Creatori su Waveful?

Waveful è un’ottima opportunità anche per i creator. Per diventare Creatore su Waveful occorre raggiungere 1000 visualizzazioni complessive sui propri post. Una decina di post condivisi sugli Tsunami giusti e questo traguardo può essere raggiunto tranquillamente!

Per accelerare i tempi si può anche condividere lo stesso post su più tsunami legati a quello specifico contenuto, ma onestamente è una pratica che mi sento di sconsigliare: i vostri follower finirebbero per essere sommersi da post doppi o tripli e vedere più volte lo stesso contenuto potrebbe creare non poco fastidio (a me irriterebbe assai!).

Che vantaggi hanno i Creatori su Waveful?

Bene, ora siete Creatori di Waveful. Cosa potete fare? Innanzitutto potete creare i vostri personali Tsunami. Considerato che l’app è ancora in fase di avvio, all’appello mancano ancora tante community perciò potrebbe essere un’occasione per costruire il vostro progetto. Io ad esempio ho creato Scriveresempre, uno Tsunami pensato per scrittrici e scrittori che vogliono condividere le loro opere, consigli e novità in campo editoriale, ma anche per lettrici e lettori in cerca di nuove letture.

Su Waveful i Creatori possono guadagnare un’entrata reale basata sull’interazioni degli utenti con i loro post. Una volta fornite all’app le informazioni di pagamento, si potranno verificare i propri guadagni: i ricavi vengono aggiornati entro le prime due settimane del mese successivo e il pagamento viene effettuato una volta raggiunta la soglia minima di 5 dollari.

Considerazioni personali su Waveful

Secondo me quest’app ha del potenziale. Indubbiamente può migliorare ancora, cominciando col fixare alcuni bug, però nel complesso è molto carina. Instagram personalmente mi richiede uno sforzo enorme, anche solo pensare dei post che siano sempre coerenti col feed scelto a volte è limitante; senza contare che star dietro all’algoritmo sta diventando un secondo lavoro!

Non so quale sarà il destino di Waveful, ma se avete voglia di un social dove condividere i vostri interessi senza l’ansia da prestazione, allora vi consiglio di fare un salto. Ora per diventare Creatore servono 1.000 views, magari più avanti, se l’app ha successo, ne occorreranno 10.000… Chi lo sa?

Nel caso, io vi aspetto QUI sul mio profilo!